I numeri del successo della terza edizione del Festival del Nerd

La terza edizione del Festival del Nerd si è conclusa con un successo inaspettato. Anche quest’anno, la provincia di Foggia ha confermato la sua presenza in eventi culturali di portata nazionale, confermando il Festival del Nerd la prima fiera del fumetto gratuita di Capitanata. Nel weekend tra il 6 e il 7 maggio, Foggia si è riempita di colori e cosplayer,  venuti a partecipare alla manifestazione.

Decine di stand hanno arricchito lo spazio espositivo: dalla fumetteria con il comic introvabile allo stand dei gadget di Harry Potter, dai quadretti in legno ai Funko Pop, 25 erano i rivenditori che non hanno deluso alcuna aspettativa del pubblico, esaudendo ogni desiderio degli appassionati.

Massiccia e inarrestabile è stata la presenza di pubblico per gli ospiti Youtuber: i Mates e La SabriGamer hanno richiamato da ogni angolo della Puglia e dintorni centinaia di fan, pronti ad abbracciarli. Più di 1500 i biglietti venduti per incontrare le star di internet.

Non solo: centinaia di lettori hanno accolto gli autori del mondo del fumetto: Boban Pesov, presto di nuovo in fumetteria con il suo Nazi Vegan Heidi, Giorgio Pontrelli, fresco dell’episodio su Dylan Dog Color Fest, Simona Simone e il suo ultimo numero di The Cannibal Family, Giancarlo Marzano con l’innovativo The Professor e l’autore del manifesto di quest’anno, Emanuel Simeoni. Di quest’ultimo, è stata allestita una mostra con le tavole del suo ultimo lavoro su Batman Eternal.

Non è mancato l’aspetto prettamente cinematografico: durante la manifestazione è stato proiettato l’ambizioso documentario Animeland: racconti tra manga, anime e cosplay, del regista Francesco Chiatante presente all’incontro con gli spettatori. Il documentario ha illustrato l’influenza dei cartoni animati giapponesi anni ’80 e ’90 nella vita quotidiana di ogni italiano. Una chicca tutta made in Italy che non poteva assolutamente sfuggire ai nerd e ai nostalgici dei cartoni animati.

Grade novità sono stati i laboratori che hanno visto coinvolti i bambini e i ragazzi delle scuole, sia all’interno della Città del Cinema che nel Centro commerciale Mongolfiera. Gli autori ospiti e gli allievi della Scuola Inkiostro hanno condiviso con i ragazzi tutte le loro conoscenze sul fumetto, insegnando a relazionarsi con il disegno e la costruzione del personaggio.

L’area video ludica è stata presa d’assalto per i vari tornei di Overwatch e altri games: nell’arco di due giorni si sono alternati più di 300 videogiocatori, senza contare tutte le prove con i visori per la realtà virtuale.

Nell’area ludica si è contata un’affluenza simile a quella dell’area video ludica, con tornei e prove di gioco da tavolo da parte delle associazioni ospiti.

L’area palco, sempre in fermento, ha visto alternarsi esibizioni di cosplayer, che hanno dato il meglio di sé per vincere i premi in palio durante la gara. A chiusura del festival, non poteva mancare l’esibizione degli inossidabili Le Stelle di Hokuto, che hanno portato sul palco la “seconda puntata” del loro spettacolo La nerdina commedia, con tante nuove canzoni provenienti da cartoni animati, videogames, serie tv e film.

Il Festival del Nerd vi dà appuntamento a maggio 2018, con ospiti e eventi sempre più numerosi e interessanti!

The following two tabs change content below.

Claudia Padalino

Cacciatrice di fiere, più o meno pericolose, e divoratrice di fumetti. Poco nerd perché non ho mai visto Star Wars.

Ultimi post di Claudia Padalino (vedi tutti)