Marvelous pedia: Capitan America

Che Civil War sarebbe senza Capitan America? Vi abbiamo già presentato un altro personaggio con cui Captain America ha affrontato la maggior parte delle proprie avventure: Iron Man. Ma adesso vi presentiamo il suo degno rivale.

Le sue origini

Capitan America, pseudonimo di Steven Grant “Steve” Rogers, è stato creato da Joe Simon con l’ausilio di Jack Kirby. Il nome originale era Super American, scartato in fretta per l’eccessiva presenza di “super” in quel periodo. Fu pubblicato per la prima volta nel 1941 negli Stati Uniti dalla Timely Comics prima che dalla Marvel Comics. A Captain America venne affiancato Bucky, chiamato così in onore del giocatore di basket Bucky Pierson, grande amico di Joe Simon.

Che il personaggio fosse nato come un vero e proprio elemento di propaganda durante la seconda guerra mondiale è più che risaputo. Difatti Captain America rappresentava un’USA libera e democratica, completamente contrapposta a un’Europa bellicosa. L’eroe riscosse così un incredibile successo, attirando un grande numero di persone. Il primo numero della serie ha venduto quasi un milione di copie, mantenendo le vendite costanti nelle uscite successive, tanto da sovrastare anche riviste storiche come il Time. Spuntarono una marea di fan club (fra questi il più importante è il Sentinels of Liberty). Durante il periodo della guerra fredda il personaggio passò in secondo piano; cercarono di rilanciarlo come cacciatore dei comunisti, invano. Fu allora che Stan Lee lo propose come vero e proprio personaggio primario nelle vicende della serie Avengers. Il personaggio venne così ridisegnato, divenendo l’incarnazione della coscienza dell’America.

Superpoteri e Capacità

Ebbene sì, Steve, e con lui Jane Foster, sono gli unici esseri umani capaci di sollevare l’arma di Thor: il Mjolnir. La peculiarità affinché qualsiasi essere vivente possa impugnare tale arma è quella di avere un cuore puro, libero da malvagità, così che l’animo possa essere dichiarato degno.

I poteri di Steve derivano dal siero del supersoldato, iniettatogli dal dottor Eriksine. Il siero ha trasformato il suo organismo radicalmente, rendendolo immune da controlli mentali e tossine; ha una resistenza e una capacità di ripresa con pochi pari fra i supereroi. Grazie al siero, inoltre, è riuscito a sopravvivere all’ibernazione. Oltretutto, Steve invecchia più lentamente rispetto a qualsiasi altro essere umano.

Il tutto è condito dall’allenamento e addestramento presso le U.S. Army, che lo hanno reso esperto nel corpo a corpo, nell’utilizzo di qualsiasi arma e nella guida di una grande varietà di mezzi. È anche un esperto stratega agevolato dall’evoluzione dei processi mentali grazie, appunto, al siero.

Cap, inoltre, è dotato di uno scudo. Il primo che gli è stato donato in battaglia, era di forma triangolare e di una particolare lega in grado di deviare i proiettili; successivamente Roosvelt in persona gli ha regalato lo scudo circolare in vibranio, che usa indistintamente per difesa o attacco.

Negli ultimi fumetti, il sangue di Capitan America viene ripulito del siero e per questo l’eroe perde ogni beneficio. Kobik però lo fa ritornare agli splendori di un tempo.

Chi è? La sua storia

L’Operazione Rinascita fu la chiave grazie alla quale un giovane e gracile Steve Rogers divenne Capitan America. Il siero ideato dal dott. Abraham Erskine potenzia le condizioni fisiche e mentali di chi lo assume. A causa della morte del dottore, però, per conto di una spia nazista, ne venne proibita la diffusione.

A questo punto a Steve venne fatta indossare una tuta a stelle e strisce volta a richiamare la bandiera americana. Successivamente gli venne affidato, come già detto, uno scudo triangolare, che Steve sostituisce in seguito con quello circolare di Roosvelt.

Il governo americano affiancò al neo nato Capitan America una giovane “spalla”: James Buchanan Barnes, più noto come Bucky. Il duo ha combattuto contro le forze dell’Asse per tutto il periodo della seconda guerra mondiale. A Capitan America si aggiunse, poi, Nick Fury con i suoi Howling Commandos, per affrontare una miriade di nemici; fra tutte, spicca la figura del gerarca nazista Teschio Rosso.

Il duo Cap e Bucky si separa in Gran Bretagna, mentre affrontano il Barone Zemo, a causa di un’esplosione che provoca la morte del secondo e la sparizione del primo.

A Steve Rogers e Bucky seguono una miriade di successori che non riescono a reggere il confronto con gli originali.
Il ritorno del vero Capitan America lo si ha dopo che Namor, sconfitto dai Vendicatori, si reca sul Mare Glaciale artico, dove si imbatte in un totem inneggiato da alcuni eschimesi.
Namor, oltraggiato da tale evento, scalcia via il totem e lo lascia in balia dei mari; così facendo, le pareti iniziano a sciogliersi. Un sottomarino dei Vendicatori lo recupera, identificando Capitan America in quel blocco di ghiaccio. In seguito il nostro eroe entra a far parte della squadra dei Vendicatori diventando uno dei più importanti nonché un punto di riferimento.

Entra in contatto con lo S.H.I.E.L.D. riprendendo il rapporto collaborativo con Nick Fury, e si innamora dell’agente Sharon Carter, conosciuta anche come l’Agente 13.
A Steve si affianca un nuovo Bucky, Rick Jones, che presto abbandona il ruolo a causa della sua inadeguatezza.
La coppia, però, affronta l’origine di una nuova organizzazione terroristica che assume il nome di HYDRA. La leader, Madame Hydra, rapisce il giovane, per far cadere Capitan America in trappola e ucciderlo. Capitan America viene avvisato da Rick, ma Steve non riesce a far altro che fingere la propria morte.
Lo S.H.I.E.L.D. organizza, allora, il funerale, e durante questo, l’HYDRA attacca tutti i superoeroi presenti con un gas soporifero, con l’intenzione di sotterrare vivi i presenti. Cap, allora, interviene, sventando il piano e salvando gli amici.

Nonostante tutto, Steve decide di rimanere nell’anonimato, ma viene comunque attaccato dal Teschio Rosso. Il villain riesce nell’obiettivo di scambiare il proprio corpo con quello di Steve e allontana quest’ultimo sull’Isola degli Esuli.
Qui conosce Sam Wilson, futuro Falcon, il quale lo aiuta a sconfiggere i nemici del Teschio presenti sull’Isola. Rogers e Wilson, riescono a sconfiggere anche il Teschio Rosso e, grazie all’energia del Cubo cosmico, Steve recupera anche il suo corpo.
Steve e Sam diventano un duo e migliori amici (la testata viene rinominata infatti Capitan America e Falcon). I due affrontano addirittura il Capitan America e il Bucky degli anni cinquanta, uccidendo il primo e mandando in morte apparente il secondo.

A tutti questi eventi segue quello dello scandalo Watergate, la corruzione di Washington. Cap cambia identità divenendo Nomad, con l’intenzione di distanziarsi dall’America che lo ha tradito. Come Nomad, inoltre, viaggia a cavallo di una moto per gli USA. Il posto vacante di Capitan America viene colmato, malamente, da diversi elementi; fra questi, un certo Roscoe Simons, che, venendo ucciso da Teschio Rosso, risveglia lo spirito di paladino di Steve, facendogli tornare a vestire i panni di Cap.

Gli scontri con Teschio Rosso non finiscono di certo qui. Rogers è costretto a lasciare lo scudo e a vestirsi di “nero” per continuare a difendere le strade. Il governo, infatti, impone il diritto di proprietà sul suo costume e lo affida a un nuovo eroe, John Walker. Quest’ultimo, però, impazzisce a causa dell’uccisione dei genitori per mano proprio del redivivo Teschio Rosso. Annientato Teschio Rosso, grazie anche all’aiuto del Bucky degli anni cinquanta, Jack Monroe, una volta rinsavito e dopo aver accolto il ruolo di Nomad, Walker torna a vestire i panni eroici, stavolta come U.S. Agent.

Seppur gelosissimo della propria identità, è costretto a svelarla al mondo in cambio della salvezza di alcuni cittadini messi alle strette da un terrorista e per evitare, quindi un altro attentato dopo quello dell’11 settembre 2001.

A questo segue il ritrovamento di Bucky Barnes, il vero e originale. Nick Fury viene informato del ritrovamento da parte del governo sovietico, che, sostituendo il braccio e procedendo a un lavaggio del cervello, ha trasformato Bucky nel Soldato d’Inverno. Viene, così, usato come vera e propria arma e ibernato ogni qualvolta serva. Grazie al Cubo cosmico, Cap riesce a ristabilire la sanità mentale di Bucky e a recuperare l’amico.

La ritrovata coppia Bucky e Cap si fionda in una nuova avventura nei pressi di un maniero, dove affronta le nuove macchinazioni di Teschio Rosso, combattendo contro il Dormiente.

Civil War

Civil War è considerato un vero e proprio snodo chiave nelle vicende di Cap. Durante questi eventi si fa pieno sostenitore degli oppositori all’SRA (Atto di Registrazione dei Superumani). Si oppone al movimento portato avanti da Iron Man, arrivando, così, al cruento scontro meglio noto come Civil War.

La Guerra Civile viene interrotta, poi, proprio per la resa di Cap, il quale, benché la sua fazione stia vincendo, per fermare la scia di distruzione che la guerra tra superumani sta causando alla città e alla popolazione civile, decide di affrontare un processo. Mentre si sta recando alla corte federale che deve giudicarlo, un cecchino lo colpisce alla spalla. Nel caos che segue, qualcuno gli spara tre volte allo stomaco, uccidendolo.

Si scopre in seguito che l’attentato a Cap è un complotto ordito dal Teschio Rosso, il quale ha usato Crossbones come cecchino e il Dottor Faustus per ipnotizzare Sharon Carter che, ignara delle sue azioni, ha esploso i tre colpi letali.

Dopo la dichiarazione ufficiale della morte di Cap al suo arrivo al Mercy Hospital, si tiene il funerale al Cimitero nazionale di Arlington, dove, in suo onore, viene eretto un monumento che lo raffigura in azione. All’evento partecipano tantissime persone provenienti da tutte le parti del mondo, accorse per dare l’estremo saluto al valoroso eroe.

In realtà, al suo posto è stato seppellito un manichino con le sembianze di Steve Rogers; il suo vero corpo è stato immerso da Iron Man e Namor nelle gelide acque del Mare Glaciale Artico, proprio nello stesso punto in cui venne ritrovato molti anni prima dai Vendicatori.

Poco prima di morire, Cap aveva scritto le sue ultime volontà: nella lettera Steve chiede a Tony di salvare Bucky, di non lasciarlo sprofondare nella rabbia e di aiutarlo a rifarsi una vita; gli chiede, inoltre, di non lasciare che Capitan America muoia con lui, proprio adesso che l’America ha bisogno più che mai di un eroe che ne rappresenti la parte migliore.

Post Civil War

Dopo la morte di Steve Rogers e la lettera ritrovata da Iron Man, quest’ultimo decide di esaudire entrambe le richieste del defunto Cap, rendendo Bucky il nuovo Capitan America.

Dotato di un costume-armatura e dello scudo di Steve, Bucky comincia a farsi conoscere salvando il candidato presidente degli Stati Uniti da un attacco di Sin, la figlia del Teschio Rosso, ed entra subito in azione per aiutare a salvare la Terra dall’invasione Skrull.

Dopo la battaglia con gli alieni, il nuovo Cap si unisce ai Nuovi Vendicatori, a cui propone di utilizzare il suo appartamento come base, seguendo quella che sarebbe stata la volontà di Steve.

Capitan America: rinato

Durante l’anniversario della morte di Cap, Sharon Carter fa un’importante scoperta recuperando la pistola con cui aveva sparato a Steve Rogers: non è una normale pistola, bensì un’arma composta da sofisticati elementi tecnologici.

Sharon si reca, allora, da Falcon, Bucky e i Nuovi Vendicatori, dicendo loro che Steve non è morto e che esiste un modo per salvarlo. Falcon porta Sharon da Hank Pym, a cui la ragazza rivela di ricordare che il Teschio Rosso e Arnim Zola volevano usare una variante della piattaforma temporale del Dottor Destino (l’inventore della pistola con la quale sparò a Cap) per riportare Steve indietro, ma che questa è stata distrutta da Sharon durante la sua fuga. La ragazza, quindi, chiede a Pym e Reed Richards di trovare un modo di riportare Steve nel nostro tempo.

La pistola utilizzata da Sharon, infatti, era stata costruita da Destino per congelare Cap tra il tempo e lo spazio. Steve Rogers, allora, continua a rivivere alcuni dei momenti più importanti della sua vita: lo sbarco in Normandia, la morte di sua madre, una missione contro Master Man, un colloquio col presidente Roosevelt, il giorno in cui assunse il siero del supersoldato, saltando continuamente da un ricordo all’altro; rivivendoli come in un film, ma senza poter mai interagire.

Norman, dopo aver rivelato al mondo che Sharon è il secondo cecchino che sparò a Cap, libera dalle loro celle Crossbones e Sin, con l’intenzione di far rintracciare loro il Teschio Rosso, che Norman vorrebbe ai suoi ordini nel corpo di Cap.

Nel frattempo, il nuovo Capitan America e la Vedova Nera si recano furtivamente nell’eliveivolo H.A.M.M.E.R. per recuperare dal deposito quel che resta della piattaforma temporale, ma vengono fermati e catturati dagli Oscuri Vendicatori, Ares e Venom, che li portano al cospetto di Osborn. Norman, poi, rilascia Natasha, con il compito di intimare a Sharon Carter di consegnarsi; in caso contrario Bucky Barnes, passato sotto la custodia dei Thunderbolts, verrà ucciso.

Nell’Oceano Artico intanto Reed Richards e Sub-Mariner recuperano il corpo di Steve Rogers (la cui psiche continua a balzare nel tempo), con la speranza di poterlo studiare, ma questo scompare sotto i loro occhi, come se non fosse mai esistito. Successivamente, sebbene Falcon liberi Bucky, il quale era prigioniero a bordo di un jet dei T-Bolts, Sharon Carter si costituisce a Osborn. Sin e Crossbones, intanto, rintracciano il Teschio per accompagnarlo a Latveria, ospite del Dottor Destino.

Durante l’ennesimo salto temporale nei suoi ricordi, Steve Rogers rivive la guerra tra Kree e gli Skrull, a cui aveva partecipato con i Vendicatori; in quel frangente Cap lascia un messaggio nel database mnemonico di Visione, che il sintezoide recapita nel nostro tempo al dottor Richards e Hank Pym; in questo modo i due scienziati capiscono come, grazie alle nanoparticelle contenute nel sangue di Sharon Carter, sia possibile riportare Capitan America nel presente.

La presenza di Sharon diventa quindi indispensabile. Bucky e Natasha Romanoff, accompagnati da Ronin, si mettono sulle sue tracce per riportala alla base. Sharon, tuttavia, è stata condotta, su ordine di Osborn, a Latveria, dove scopre con orrore che il Teschio Rosso, che credeva di avere ucciso, è vivo, e che Destino e Arnim Zola hanno ricostruito il dispositivo temporale, a cui la donna e il Teschio vengono collegati.

Steve Rogers, proprio mentre rivive il suo momento più drammatico, ovvero la famigerata missione contro Zemo in cui lui e Bucky apparentemente morirono, viene riportato nel tempo presente; ma quando Sharon invoca il nome dell’uomo che ama, s’accorge con orrore che all’interno del corpo di Capitan America risiede la mente del Teschio Rosso, mentre Steve Rogers si ritrova intrappolato in una realtà governata dal Teschio Rosso.

Con il controllo del corpo di Cap, il Teschio vola verso Washington, seguito da un aereo con a bordo Falcon, Bucky, la Vedova Nera, Hank Pym e Ronin, i quali sono intenti a soccorrere Sharon. Nel tentativo di liberarla, Visione viene catturato; dopodiché il loro aereo viene abbattuto e i Vendicatori si schiantano proprio di fronte alla Casa Bianca, dove affrontano una squadra di Super MODOK guidati da Crossbones.

Bucky, però, si getta all’inseguimento del Teschio e lo affronta in combattimento di fronte al monumento di Lincoln, ma proprio quando il nemico sta per avere la meglio sull’eroe, Steve Rogers, dall’interno della sua mente, riesce a sconfiggere il suo mortale nemico; la coscienza del Teschio viene espulsa, permettendo a Cap di riprendere il controllo del proprio corpo.

Con il rientro di Capitan America, la mente del Teschio ritorna nel suo corpo robotico e Sharon, dopo essere stata liberata da Hank Pym, per non permettere la fuga del villain, lo irradia con delle Particelle Pym, trasformandolo in un gigante.

Steve e Bucky, finalmente riuniti dopo decenni, riescono insieme a distruggere il Teschio Rosso, approfittando delle sue dimensioni giganti; al termine dello scontro, Steve Rogers è certo che la coscienza del Teschio sia stata distrutta insieme al suo corpo-robot.

Dopo aver riabbracciato l’amata Sharon, Cap viene invitato da Natasha Romanoff a lasciare la zona immediatamente, in quanto gli uomini di Norman Osborn saranno lì a breve; Steve rimane sbigottito dal sapere che Osborn dispone di una propria squadra di Vendicatori.

Osborn viene informato del ritorno di Cap e del fatto che a causa di un’esplosione, Sin è stata sfigurata in volto, in modo da renderla molto somigliante al padre.

Una volta a Brooklyn, Rogers rimugina su alcune visioni apocalittiche del futuro che ha avuto durante il suo vagare nel tempo, e si interroga su come sia possibile evitarle. Mentre medita, Sharon arriva per portarlo alla festa in suo onore che si tiene al piano di sotto, ma Steve le chiede un altro minuto per stare da solo con lei.

Giorni dopo, Cap contatta segretamente il presidente Barack Obama (tramite il vecchio telefono usato da Franklin Delano Roosevelt negli anni ’40, ancora funzionante), chiedendogli un incontro, all’insaputa di Norman Osborn. Durante la conversazione, Steve dichiara che smetterà per un po’ di essere Capitan America e ha già trovato un rimpiazzo (non dicendo sia Bucky); il presidente Obama firma un perdono presidenziale, ma non può fare altrettanto per gli altri Vendicatori, a causa dell’Atto di Registrazione.

Gli anni passano, e Steve Rogers pensa a dove possa intraprendere una vita normale. Tuttavia, dopo aver rifiutato l’offerta del Presidente degli Stati Uniti di rimanere Capitan America, cambia idea, decidendo di essere ancora un supereroe. Crea, a questo punto, una nuova identità segreta: Mr. Potenza. Grazie a essa, Steve si unisce agli H.I.V.E Fivers, un gruppo di falsi supereroi che opprime le città con delle armi super avanzate. Lo sfinito e distrutto Rogers cerca ogni volta e in qualsiasi modo di convertire il team al bene, ma invano; rendendosi conto, allora, dell’errore commesso, lascia il gruppo e, per un breve periodo, torna a essere l’eroe con scudo. Tuttavia, dopo un litigio con i Vendicatori, nomina come suo erede Sam Flicker, un soldato dei marines discretamente abile con le armi e in combattimento.

Assedio

Dopo essere giunti ad Asgard, al grido di “Vendicatori Uniti!”, Cap e i Vendicatori vanno in soccorso degli Dei norreni e di Thor. Steve affronta e mette alle corde Osborn, fino all’arrivo di Iron Man, che disattiva l’armatura di Iron Patriot. Intanto, i Vendicatori sconfiggono le truppe di Osborn, ma Sentry perde il controllo di sé stesso e scatena Void, il quale rade al suolo la dimora degli dei vichinghi. Osborn, allora, decide di radunare tutte le sue forze per attaccare Asgard. Steve, vedendo in televisione quello che sta succedendo, raduna tutti i supereroi a sua disposizione, ossia i Nuovi Vendicatori di Clint Barton, i Giovani Vendicatori, i Potenti Vendicatori al servizio di Hank Pym e i Secret Warriors di Nick Fury per organizzare una contro offensiva. Nonostante Sam abbia ricevuto lo scudo, lo rende a Steve, appositamente per la battaglia.

Grazie alle forze congiunte dei Vendicatori, appoggiati nell’occasione da un pentito Loki, anche la minaccia di Void viene sconfitta, e Steve fa mettere agli arresti Osborn e i suoi Oscuri Vendicatori. Una volta ribadito a Bucky Barnes che sarà lui l’unico e solo Capitan America, Steve viene promosso al rango di Comandante dal Presidente degli Stati Uniti, che gli offre il posto che fu prima di Fury, Stark e Osborn, a capo della sicurezza. Rogers accetta, a patto che l’atto di registrazione dei superumani venga abolito, e in seguito forma una nuova squadra di Vendicatori.

Fear Itself 

Durante Fear Itself, Rogers guida i Vendicatori contro il rinato Serpente e, durante il combattimento, il suo iconico scudo va in frantumi. Per la disperazione, Steve abbandona la battaglia lasciando il posto al nuovo Cap, Bucky, che viene apparentemente ucciso. In seguito, l’arma viene ricostruita con una lega di vibranio e uru, rendendolo ancora più resistente e adatto allo scontro coi Valorosi. Dopo la morte del Serpente, ucciso da Thor, Rogers è costretto a riprendere il ruolo di Capitan America, perché Bucky Barnes, creduto morto, decide di tornare a indossare l’identità del Soldato d’Inverno.

Avengers vs. X-Men

Successivamente, Steve è tra i protagonisti della battaglia contro gli X-Men, al termine della quale decide di creare la Squadra Unione dei Vendicatori, cui pone a capo Havok. Inoltre, il Capitano deve affrontare un nuovo Flagello che sta eliminando tutti quegli ex-criminali che hanno deciso di collaborare col governo corrotto.

Steve viene poi bloccato nella Dimensione Z di Arnim Zola per più di dieci anni. Riesce, tuttavia, a ritornare a casa grazie a Sharon Carter, la quale si sacrifica per salvarlo, uccidendo Zola. Tornato nella Squadra Unione, Rogers viene ucciso dal Sinistro Mietitore mentre tenta di contattare Immortus per salvare il mondo. Il suo sacrificio, comunque, viene ricompensato: i Vendicatori, infatti, qualche tempo dopo, compiono un viaggio temporale nel passato, modificandolo per salvargli la vita.

A seguito di uno scontro con Iron Nail, Capitan America perde il siero del super soldato dal suo sistema corporeo, invecchiando di colpo. Non potendo più continuare la sua carriera da eroe, affida lo scudo alla sua vecchia spalla Sam Wilson (Falcon). Abbandonati gli Avengers, Steve prende il ruolo di comandante dello S.H.I.E.L.D. e di alcuni Vendicatori. Con questo esercito, entra in guerra con gli Illuminati, per poi stipulare una tregua per salvare la Terra dalle incursioni, obiettivo che non verrà completato.

Durante l’incursione finale tra la propria Terra e quella dell’universo Ultimate, Steve regola i conti con Stark. Mentre intorno a loro infuria lo scontro tra gli eroi delle due Terre, infatti, Steve Rogers indossa un’armatura ipertecnologica e si presenta alla Stark Tower intenzionato a interrompere i rapporti amichevoli col compagno Vendicatore. Dopo un lungo e sanguinoso combattimento, i due muoiono schiacciati da un elivelivolo, subito dopo che Rogers ha fatto confessare a Stark che, seppur consapevole che non ci fosse comunque speranza di salvare il pianeta, avrebbe rifatto tutto nello stesso modo.

Il Comandante Rogers ritorna tempo dopo come membro e capo della Squadra Unione dei Vendicatori, che stavolta include anche Inumani e Deadpool. Dopo una missione a Pleasant Hill (apparentemente una tranquilla cittadina, ma, in realtà, prigione per molti supercriminali coi ricordi alterati a causa di un lavaggio del cervello), Rogers ritorna di nuovo giovane grazie all’aiuto di Kobik (un cubo cosmico senziente con la mente di un bambino) e decide di riprendere a vestire i panni di Capitan America, ma con un nuovo scudo, lasciando il vecchio nelle mani di Wilson.

Dopo tutto ciò, Cap rapisce il dottor Erik Selvig per conto dell’Hydra, rivelandosi uno dei loro membri principali. Infatti, segretamente a tutti, Kobik è stato indottrinato dal Teschio Rosso e, quando ridà a Steve la sua giovinezza, riscrive il suo passato facendo di lui un agente segreto dell’Hydra.

Civil War II

Durante questo nuovo conflitto, Rogers continua ad agire come membro dell’Hydra, ma si tiene fuori dal dissidio delle due fazioni, capeggiate da Tony Stark e Carol Danvers/Capitan Marvel. Un giorno, però, l’Inumano Ulisse, in una delle sue visioni, vede il nuovo Uomo Ragno stare sopra il cadavere di Cap sulla scalinata del Campidoglio. Quando il giovane supereroe si presenta proprio lì, però, Steve lo raggiunge e i due parlano, ma il colloquio si interrompe all’arrivo di Capitan Marvel che vuole prendere Miles in custodia, prima con le parole, poi con la forza. Interviene, allora, Iron Man, ma quest’ultimo ha la peggio e muore.

Giorni dopo, il Capitano atterra su un elivelivolo SHIELD che ospita il corpo di Tony, rimasto in coma irreversibile; consapevole che Tony troverà un giorno o ha già trovato un modo per ritornare in vita, Steve ha con sé un monologo simile a quello che Tony pronunciò all’epoca della prima guerra civile, davanti al defunto Steve (con la differenza che qui Steve rinfaccia apertamente a Tony i suoi difetti e svela il piano che sta per attuare per portare l’Hydra al comando).

Vita sentimentale

La prima donna per cui sappiamo che Steve perse la testa è Peggy Carter, un’agente dei servizi segreti conosciuta in Francia durante la seconda guerra mondiale, mentre combatteva accanto ai partigiani. Peggy era innamorata di lui, ma la loro storia finì nel 1945, quando Cap e Bucky furono dati per morti.

Risvegliatosi ai giorni nostri, comincia una lunga storia d’amore proprio con la nipote di Peggy, Sharon, l’agente 13 dello S.H.I.E.L.D., che termina solo quando Steve la crede morta durante lo svolgimento di una missione.

Durante questo periodo, Steve ha avuto altre donne. Tra le più importanti si ricordano Bernie RosenthalRachel Leighton e Connie Ferrari.
Bernie è una ragazza ebrea che, per un certo periodo, ha vissuto nello stesso stabile di Steve Rogers; i due hanno avuto una relazione molto seria, che è continuata anche quando lei ha scoperto la doppia identità di Cap. La storia è finita quando Bernie ha deciso di lasciare New York per trasferirsi a Los Angeles a studiare legge. I due sono rimasti ottimi amici.
Rachel è una mercenaria in costume nota come Diamante; dapprima avversaria di Capitan America, per amore si converte a supereroina. Le differenze tra i due, però, sono troppo vaste.
Connie Ferrari è un’avvocatessa di New York che, una volta scoperta l’identità segreta di Cap, decide di troncare la relazione perché non vuole condividere la propria vita con quella di una leggenda vivente.

Nei film d’animazione Ultimate Avengers e Ultimate Avengers 2, Capitan America ha una storia con Natasha Romanoff, la seconda Vedova Nera. Nel film d’animazione Next Avengers – Gli eroi di domani dai due è nato un figlio, James Rogers.

Altre versioni

In un’occasione, Cap viene fuso a Capitan Marvel Jr., divenendo Capitan America Jr, il quale prende i poteri dai presidenti degli Stati Uniti e non dagli dei greci.

  • Amalgam Comics

Nelle saghe della Amalgam Comics, invece, Capitan America, fondendosi a Superman, ha dato vita al Super Soldato: un eroe della seconda guerra mondiale (come Cap) dotato di incredibili superpoteri di origine aliena (come Superman). Rimasto per decenni in animazione sospesa (come Cap), ha intrapreso la carriera di giornalista presso il più grande quotidiano di Metropolis (come Superman). Il suo acerrimo nemico è il Teschio Verde, un ricco magnate e scienziato nazista (come il Teschio Rosso) e che risponde al nome di Lex Luthor.

  • House of M

Nel mondo creato da Scarlet, invece, Capitan America è un vecchio veterano di quasi novant’anni. Lui e Bucky, infatti, non precipitano nel Canale della Manica, ma riescono a rispedire l’aereo teleguidato al Barone Zemo, che muore nell’esplosione. Sopravvivendo all’agguato, Cap riesce a catturare Adolf Hitler e a porre fine alla seconda guerra mondiale. Negli anni cinquanta viene messo sotto inchiesta dalla Commissione dedita alle attività mutanti (capeggiata dal senatore Joseph McCarthy), il quale lo costringe a smascherarsi e a dimettersi quando rifiuta di testimoniare contro amici quali Namor e Toro. Diventato astronauta, Steve Rogers è il primo uomo a camminare sulla Luna, e le sue prime parole sono rivolte alla collaborazione tra umani e mutanti, senza la quale non si sarebbe potuto raggiungere quel traguardo. Nel corso degli anni viene bollato come “simpatizzante” dei mutanti, ma quando Magneto inizia la sua scalata al potere, Rogers dichiara che le idee di Magnus gli ricordano quelle di uomini come HitlerStalin. Questa affermazione lo rende impopolare alla sempre più numerosa comunità mutante,ma Steve continua a rifiutare di unirsi a movimenti di separatisti umani. Egli, allora, invecchia nella più totale solitudine, tanto che Emma Frost dice a Layla Miller di non risvegliarlo, ritenendolo inutile alla loro lotta, data l’età avanzata.

  • Ultimates

Rispetto al Capitan America classico, eroe profondo e riflessivo, egli si presenta per molti versi come l’esatto opposto: è un militare filogovernativo, che non discute gli ordini eseguendoli ciecamente, e questo lo rende più simile a U.S. Agent, divenendo, inoltre, decisamente più violento e con meno scrupoli. Ha, in più, una relazione con Wasp. Appare più ottuso, ma anche confuso da una realtà ben più complessa e immorale.

  • Marvel Zombie

In questa serie viene proposta la sua versione zombi, causata da un contagio mondiale che ha trasformato anche gli altri eroi in mostri cannibali. In questo mondo, Terra-2149 è noto sotto il nome di Colonnello America.

  • What…if?

a causa della morte del Dottor Erskine, a Steve Rogers non viene somministrato il siero del supersoldato. Grazie alla sua caparbietà, Rogers riesce a partecipare a un altro progetto, chiamato “progetto Iron Man”, che installerà in lui un’armatura di ferro equipaggiata con armi. Chi la usa, deve però sacrificare la sua vita, perché il cuore viene collegato con l’armatura, e se Steve morisse, l’armatura esploderebbe. Steve diventa, quindi, un grandissimo eroe conosciuto in tutto il mondo. In seguito affronta Hulk. In questo What… if?, inoltre, affronta anche Peter Parker, ma viene ucciso.

  • Marvel VS DC

Durante Le battaglie del secolo, Cap si scontra con Batman della DC Comics. L’esito del duello viene stabilito tramite un sondaggio tra i lettori, e il combattimento viene infine vinto da Batman.
In un altro elseworld ambientato durante la seconda guerra mondiale (scritto e disegnato da John Byrne), i due eroi e i rispettivi sidekick, Robin e Bucky, si alleano per fronteggiare la minaccia che vede Joker vendere armi al Teschio Rosso.
In Vendicatori/JLA, Capitan America è uno dei personaggi principali. Durante la battaglia con la Justice League, Cap e Batman si scontrano in un equilibrato duello di arti marziali, ma poi decidono di indagare sulla vera natura del loro scontro, scoprendo, in seguito, il reale piano di Krona e del Gran Maestro. Le diverse nature dei due universi rendono Cap e Superman estremamente nervosi: il primo vede gli eroi DC come dei narcisisti arroganti che si pavoneggiano della propria gloria, mentre l’Uomo D’Acciaio accusa gli eroi Marvel di trascurare il loro mondo, incapaci di ispirare la gente e di non lottare abbastanza. Quando la realtà comincia a cambiare intorno a loro, i due eroi sono i soli che si accorgono delle variazioni temporali, accusandosi a vicenda. Successivamente, Cap viene eletto capo all’unanimità, e presta il suo leggendario scudo al kryptoniano durante lo scontro finale con Krona.

The following two tabs change content below.

Midoriya

Passa da un genere ad un altro senza farsi troppi problemi di sorta. Nell'eterno conflitto fra Digimon e Pokémon, sceglierebbe di certo i primi senza disdegnare i secondi. Ha una passione smisurata per le fiere a cui spesso partecipa in Cosplay. Nasce come supereroe quotidiano e lo dimostra a chiunque lo circonda! Un vero Nerd!

Lascia un commento