Intervista ai Cartoonbusters

Abbiamo intervistato i fantomatici… Cartoonbusters! Ecco cosa ci hanno risposto:

-Presentatevi come farebbero a Sanremo!

Sono 5 ragazzi da sempre con la passione per le colonne sonore degli anni 70, 80 e 90, di cartoni, telefilm, film, ecc, tutti musicisti da anni che hanno militato e militano in progetti che li ha portati anche in giro in tour per tutt’Italia.

-Acchiappacartoni, nel senso che volete toglierli dalla scena?

Si, lo scopo dello spettacolo è esattamente quello di acchiappare le varie sigle dei cartoni, difatti essendo tutto lo show ambientato all’interno della saga dei Ghostbusters, con costumi, zaini protonici, strumenti molto simili ai fucili protonici, sirene, scenografie e ovviamente “fantasmi” che appaiono sul ledwall durante le presentazioni chiedendo un brano o un’altro, alché gli stessi vengono suonati e alla fine “acchiappati” nella trappola.

-Come nascono i Cartoonbusters?

L’idea di questa band ha circa 15 anni, ma abbiamo aspettato di trovare le giuste persone per condividere questo progetto nel modo in cui era stato pensato. Difatti, a differenza di molte band, in questo progetto è stata fatta una vera e propria ricerca e studio sonoro di ogni singolo synth o campione utilizzato nelle sigle originali in modo da poter ricostruire fedelmente gli arrangiamenti originali di ogni brano e dare al pubblico l’impressione di trovarsi davanti alla sigla originale, ma suonata lì dal vivo.

-La prima canzone che avete suonato davanti a un pubblico? Avevate già gli effetti speciali?

Il primo brano che abbiamo preparato è stato “Galaxy express 999” degli Oliver Onions, ma per poterla preparare in maniera fedele fra studio di tutte le armonizzazioni, l’arrangiamento, ricostruzione dei vari suoni di synth e arpeggiatori ci abbiamo messo un bel po’. E sì, già dal primo spettacolo utilizzavamo laser, lanciafiamme, cannoni a CO2 poiché “ereditati” da altri progetti che avevamo, anche se non è stato possibile usarli ovunque perché qualcuno si è realmente “spaventato” all’idea di trovarsi fiammate e colpi di laser.

-Riunendo le sfere del drago che desiderio esprimereste?

Le sfere del drago? Wow, che domanda… penso che i desideri sarebbero davvero tanti e scegliere sarebbe davvero difficile. Ma perché, tu hai un radar cerca sfere? Ci mettiamo subito in giro a raccoglierle, allora! Appena le prendiamo tutte, però, ne riparliamo.

The following two tabs change content below.

Midoriya

Passa da un genere ad un altro senza farsi troppi problemi di sorta. Nell'eterno conflitto fra Digimon e Pokémon, sceglierebbe di certo i primi senza disdegnare i secondi. Ha una passione smisurata per le fiere a cui spesso partecipa in Cosplay. Nasce come supereroe quotidiano e lo dimostra a chiunque lo circonda! Un vero Nerd!

Lascia un commento