Intervista a Francesco Tatoli

Oggi vi abbiamo presentato il primo graphic novel di Francesco Tatoli. Adesso condividiamo con voi l’intervista fatta all’autore durante il Festival del Nerd.

-Sei un disegnatore autodidatta, a quali fumetti ti sei ispirato per creare il tuo stile?

Principalmente a Corrado Roi e Mike Mignola. Poi tanta pratica e sperimentazioni, fino a ottenere un effetto tipo pellicola consumata.

-Hai anche creato la storia del tuo fumetto d’esordio, come avviene il tuo processo creativo?

– La storia di Aki nasce molti anni fa in forma primordiale. Sono da sempre cultore di Alieni ed esoterismo e un avido lettore di fumetti e libri, appassionato di cinema e videogiochi. Ho eliminato ogni clichè del genere horror di stampo canonico. Con il tempo, maturando lo stile grafico e il concept iniziale, ho creato graficamente il personaggio e mi sono presentato personalmente da Rossano Piccioni, il boss delle Edizioni Inkiostro.

-Hai un progetto nel cassetto?

Un film su Aki, magari per la Netflix.

-A un disegnatore in erba consiglieresti di iscriversi a un corso/scuola di disegno o di continuare a esercitarsi da solo?

A un disegnatore giovane, consiglierei  prima di capire cosa vuole fare. Se essere un disegnatore o un autore. In secondo luogo, se ne ha la possibilità, di frequentare una scuola. Ma in primis, deve leggere e studiare tanti fumetti di artisti di ogni genere. Capire la storyline e il modo di far muovere i personaggi.

-Quali sono i 3 film in che rivedresti o hai rivisto più volte?

Dracula di Coppola, Matrix e Grosso guaio a Chinatown (3 a caso).

-Se avessi un superpotere quale sarebbe?

L’invisibilità. Senza dubbio.

The following two tabs change content below.

Yuri

La sua passione verso il mondo nerd iniziò quando a 4 anni gli venne regalato un NES con Super Mario Bros e Duck Hunter; da lì in poi diventò un accanito giocatore di videogames. A 6 scoprì il magico mondo di Star Wars e Il Signore degli Anelli e in seguito iniziò a interessarsi ai mondi fumettistici di Marvel, DC comics e Manga giapponesi. A tutt’oggi frequenta le fiere del fumetto con un duplice scopo: divertirsi e apprendere i segreti del mestiere di fumettista.

Ultimi post di Yuri (vedi tutti)

Lascia un commento