Auguri, Superman!

È un uccello? È un aereo? No, è Superman!

È datata 10 giugno 1938 la pubblicazione del primo volume di Action Comics con protagonista questo strano Superman, un alieno venuto da Krypton e con dei poteri al di là di ogni immaginazione. Oggi, ottant’anni dopo, il Superuomo per eccellenza è sempre tra i primi posti delle classifiche dedicate ai supereroi più forti e famosi.

La nascita del personaggio si deve allo sceneggiatore J. Siegel e al disegno di J. Shuster, consci, senza dubbio, dell’imminente ascesa dei fumetti dedicati ai supereroi. Infatti, appena un anno dopo, nel 1939, Superman ottiene una testata omonima che continua a essere pubblicata fino al 2011, con poche e brevi interruzioni. L’uomo d’Acciaio è comparso in molte serie e miniserie, prima fra tutte la Justice League of America, di cui è uno dei fondatori. Tutto ciò rappresenta l’incredibile popolarità di questo personaggio, amato da molti e criticato da altri.

Il vero nome di Superman è Kal-El, che in ebraico significa Voce o Vascello di Dio. I suoi due creatori, entrambi di fede ebraica, gli hanno, metaforicamente, donato un nome che rispecchia il suo vero scopo, ovvero essere un “Champion of the oppressed” (Campione degli oppressi), come recita il sottotitolo del primo volume di Action Comics. Superman è il buono per eccellenza, protegge i deboli e gli inermi, si erge a difensore del mondo contro le minacce terrestri e aliene. La sua figura è un’allegoria, la manifestazione della volontà di riscatto e ribellione contro i soprusi, ma in puro stile americano. Superman è il difensore della libertà e dei valori made in USA, oramai interiorizzati dai suoi autori, figli di immigrati europei. Si potrebbe definire quasi un moderno Mosè. Entrambi abbandonati dai genitori per cause di forza maggiore, sono cresciuti in un ambiente diverso da quello di origine, apprendendo usi e costumi. Hanno assunto una nuova identità e infine sono diventati i salvatori del popolo.

L’invulnerabilità di Superman è la caratteristica che lo contraddistingue da sempre e, in origine, è nato senza debolezze. Solo nel 1949, dopo le esplosioni atomiche di Hiroshima e Nagasaki, la Kryptonite diventa il suo tallone d’Achille. Il motivo è da ricercarsi nella storia del peccato originale. La pietra lucente proviene dal suo pianeta natale, per ricordargli il suo passato e che anche lui può essere fragile e attaccabile; in altre parole, umano.

Un’altra peculiarità di questo personaggio è il suo alter ego: Clark Kent. La famiglia Kent lo trova e lo accoglie, crescendolo come se fosse il loro stesso figlio e donandogli una uova identità, anche se Superman già la possedeva. Al contrario degli altri supereroi, che svestono i panni dell’uomo comune per indossare quelli del difensore della gente, Superman deve fare il contrario.

È d’obbligo citare in questo caso il monologo che Tarantino fa recitare a David Carradine in Kill Bill vol.2:

[…] l’elemento fondamentale della filosofia dei supereroi è che abbiamo un supereroe e il suo alter-ego: Batman è di fatto Bruce Wayne, l’Uomo Ragno è di fatto Peter Parker. Quando quel personaggio si sveglia al mattino è Peter Parker, deve mettersi un costume per diventare l’Uomo Ragno. Ed è questa caratteristica che fa di Superman l’unico nel suo genere: Superman non diventa Superman, Superman è nato Superman; quando Superman si sveglia al mattino è Superman, il suo alter-ego è Clark Kent. […] quello che indossa come Kent, gli occhiali, l’abito da lavoro, quello è il suo costume, è il costume che Superman indossa per mimetizzarsi tra noi. Clark Kent è il modo in cui Superman ci vede. E quali sono le caratteristiche di Clark Kent? È debole, non crede in se stesso ed è un vigliacco. Clark Kent rappresenta la critica di Superman alla razza umana.

Il personaggio di Superman ha anche una fruttuosa carriera cinematografica. Da Superman del 1978 che ha reso famoso il compianto Christopher Reeve, a Batman Vs Superman del 2016 dove i due personaggi di punta della DC Comics si affrontano in uno scontro epico. La celebrità dell’uomo d’Acciaio è tutt’altro che svanita, anzi, è ancora un successo, grazie anche a un probabile videogioco in lavorazione da parte di Roacksteady (celebre casa di produzione videoludica).

Facciamo gli auguri al grande Superman, il primo tra i supereroi.

The following two tabs change content below.

Alessia Paragone

Ultimi post di Alessia Paragone (vedi tutti)

Lascia un commento